Ponza ,il mare, le immersioni

 


 

panorama dell'isola  ,foto ©   Gi. P. 2008 

L'isola per via delle bellezze naturali è ovviamente molto frequentata in estate. Vi sono ubicati circa 17 alberghi ma sono diverse le sistemazioni alternative (appartamenti in locazione, bed & breakfast ecc.). Le presenze turistiche nel 2006 sono state conteggiate in valori prossimi a 63.000. Movimentato anche il porto turistico.

 

Chiaia di Luna, spettacolare panorama  ,foto ©   Gi. P. 2008

Chiaia di Luna, grazie alla particolare scogliera a picco sul mare, nonostante le difficoltà di accesso è il tratto più famoso della costa di Ponza. Altri luoghi che meritano spesso l'interesse dei turisti: la spiaggia di Cala Feola, i Faraglioni nominati Lucia Rossa per via di un'antica storia , Cala Felce, Cala Gaetano, Punta Incenso, il faraglione detto "calzone muto" ecc. Per farsi una buona idea dell'isola è quindi meglio farsi anche una gita in barca o motoscafo.

Abbastanza nota, in particolare fra i più giovani, la località "le piscine" (ultima foto in basso). Qui l'erosione marina si è imbattuta in rocce di origine vulcanica.  La bellezza del mare di Ponza e delle isole vicine ovviamente attrae molti appassionati e pertanto operano nelle isole pontine diversi "diving center" (centri immersione). Zone più frequentate dai sub: le c.d. formiche, la secca di mezzogiorno, punta del papa ecc..

Nei fondali marini sono spesso presenti ampi spazi coperti da posidonia ( posidonia oceanica); nei pressi delle secche sono invece presenti: margherite di mare, gorgonie gialle, ecc.. Facile poi imbattersi in diversi tipi di spugne, falsi coralli (myriapora truncata), rose di mare (peyssonelia squamara) ecc.. Numerose sono poi le qualità di pesci (spesso saraghi) e crostacei.

Fra le immersioni più consuete vanno segnalate: quella già accennata per perlustrare la nave inglese in zona Cala dell'Acqua, il fondale di Punta della Guardia, le zone di Punta Madonna, Scoglio Rosso, Formiche. Per i sub più esperti invece possono essere prese in considerazione i fondali di Scoglio Grosso, Secca di Punta Papa, Secca del Dito, Secca delle Grottelle, Grottoni, la perlustrazione al già citato aereo al largo di Capo Bosco ed infine lo Scoglio della Botte. Sul web dell'apt di Latina è comunque scaricabile una guida per i sub che vogliono visitare le isole pontine.



 

Non è infine da tralasciare che nelle profondità del mare di Ponza sono stati trovati anche interessanti reperti archeologici. Fra questi, di recente, anche una nave romana nei pressi di una banchina dell'attuale porto. Uno degli ultimi scoop riguarda invece la statua marmorea (il c.d "togato ") ritrovata nella vicina Ventotene.

 

costa e faraglioni  ,foto ©   Gi. P. 2008





 

angolo suggestivo costa , foto ©   Gi. P. 2008

 

turismo di mare  , foto ©   Gi. P. 2008


piscine naturali  ,foto ©   Gi. P. 2008 ; particolare delle piscine

continua con il reportage 2

 

tutte foto di Giuseppe Pavone, diritti riservati

 

 

 

home