arte medievale a Terracina : la cassa lignea

 



copertina libro di Clara Rech ( mostra 1987)

Nel 1889, Natale Baldoria comunicò al pubblico che in un ambiente del Duomo di Terracina era stata scoperta un'interessante cassa in legno di epoca medievale.    

Si trattava di un importante ritrovamento anche perchè manufatti lignei così antichi ed in buone condizioni sono veramente una rarità. In più gli ornamenti ed i connotati stilistici della cassa risultavano veramente stimolanti (erano evidenti elementi longobardi, bizantini, asiatici, arabi ecc.).  


Il duomo di Terracina, foto Iride 06

La scoperta richiamò ovviamente l'interesse di molti studiosi e la grande cassa intorno al 1920 fu trasferita a Roma nel Museo di Palazzo Venezia dove nel 1968 ebbe uno degli ultimi restauri.

Come evidenziava il catalogo delle mostre del 1987 a Roma e Terracina, il bel manufatto - facilmente del secolo XI- è collegato alle vicende storiche della zona di Terracina e degli immediati dintorni.   

Nella parte esterna della cassa sono riprodotti con sapiente intaglio: cavalieri e centauri, scene di lotta con animali e fra animali, il peccato originale, l'eterna lotta fra il bene ed il male (lotta rappresentata con i tradizionali simboli medievali), elefanti, grifi e leoni ecc.

In base a diversi di questi elementi si stima che la cassa lignea fu prodotta fra Terracina e le vicine terre della Campania. Questa zona per le sue tradizioni romaniche ma anche per via dei suoi contatti con il mondo occidentale e quello orientale, in epoca medievale ebbe modo di avere  "un linguaggio artistico autonomo e originale ". 

 

Terracina, reportage

°°°

medioevo a Formia

 
arte medievale a Gaeta e Terracina

 


ricerche di storia



HOME

°°