Lazio sud : artisti e mostre

 
Il basso Lazio ha dato parecchi artisti all'Italia. All'epoca del manierismo ci fu ad esempio il Cavalier d'Arpino che, per breve tempo, tenne a bottega il Caravaggio. Poi sempre in Ciociaria diversi artisti della famiglia Mastroianni, alcuni scultori e pittori vicini alla c.d scuola romana, più di recente Tommaso Gismondi ed altri ancora.

Merita una citazione la corrente dei "Maestri di Terracina" che si formò fra la fine dell'ottocento e l'inizio del novecento.  Tale scuola, che si ispirava ad importanti  artisti italiani ed europei, aveva molto interesse per gli ambienti naturali ed era costituita da pittori che frequentavano la zona di Terracina. Fra questi vanno citati : Amedeo Bocchi, Onorato Carlandi, Renato Brozzi, Giuseppe Raggio ed altri.

Occasionalmente artisti importanti hanno soggiornato o lavorato nel Lazio meridionale: è il caso di Duilio Cambellotti che si impegnò in diverse iniziative nell'Agro Pontino ma anche di G.Aristide Sartorio.

Da citare ancora il Gruppo Cinque di Nuova Realtà attivo a Frosinone negli anni sessanta. Ne erano componenti: Federico Gismondi, Italo Palumbo, Adolfo Loreti, Fernando Rea ed Emanele Floridia.

Sono comunque numerosi gli artisti contemporanei che, nonostante le tante difficoltà, hanno successo e spesso espongono in varie parti del basso Lazio e poi facilmente anche a Roma.

Il numero più elevato di gallerie sono ubicate invece a Fiuggi (Fr), nel litorale (Gaeta e Formia) e nei capoluoghi. Galleristi sono comunque presenti a Palestrina, Colleferro ecc.

Nella foto, insieme all'attrice Cucinotta, il pittore segnino Antonio Fiore (futurista ed allievo di Sante Monachesi)  che recentemente ha avuto anche un riconoscimento in occasione del Premio Simpatia proposto ogni anno in Campidoglio.

 




°°°°°

la donna e l'arte: mostra a Frosinone, museo archeologico fino al 31 maggio 2008


 

 



 per segnalazioni contattare il webmaster

HOME