VICO NEL LAZIO

 


uno degli ingressi fortificati, foto alpy 2005


Vico nel Lazio è una piccola cittadina della Ciociaria . Ci sono alcune insicurezze sulle sue origini, i primi documenti che parlano del luogo si riferiscono comunque al secolo XI. Tuttavia era sicuramente un centro di rilievo nel medioevo. Lo documentano le sue interessanti strutture: nel suo impianto la cittadina infatti ha tutte le caratteristiche di una cittā fortificata e vi si contano circa 25 torri e tre ingressi importanti. Per un pò di tempo il piccolo abitato fu legato anche ai monaci di Trisulti, poi -ad un certo punto della sua storia- Vico divenne quasi stabilmente dominio della famiglia Colonna.

Dal 1974 il suo centro storico č stato formalmente riconosciuto "monumento nazionale di notevole interesse ".


torri e mura nel borgo ciociaro, foto alpy 2005

Non mancano nella cittadina interessanti chiese con apprezzabili opere d'arte. La Chiesa di Santa Maria, giā documentata all'inizio del 300, offre ai visitatori un interessante altare romanico, una cripta e notevoli affreschi della scuola romana dell'epoca.


particolare di affresco, foto alpy 2005




Sono ancora da visitare: la Chiesa di San Martino (con interessante scultura lignea del 13° secolo ecc.) e la Collegiata di San Michele Arcangelo dove si può ammirare, fra le altre cose, uno splendido palliotto d'altare in mosaico (opera cosmatesca, XI circa). Di questa bella opera, anticamente nella basilica di S.Maria Maggiore a Roma, documentiamo un particolare.


dettaglio mosaico cosmatesco, foto alpy 2005


Altre cose interessanti: l' arco romano di S.Andrea, porta Orticelli ed infine il Palazzo del Governatore (ora utilizzato dall'amministrazione comunale). Poco distante dal centro, in direzione della fonte Ascela, è infine la chiesetta della Madonna del Campo.




In tutti i casi č ben consigliabile una passeggiata per i diversi scorci medioevali. Sono interessanti diverse specialitā gastronomiche ed č particolarmente apprezzato l'olio che si produce nelle immediate vicinanze. Una visita del borgo può risultare particolarmente lieta in occasione di una delle feste (S.Antonio abate, Corpus Domini con relativa Infiorata) o di qualcuna delle sagre locali. Magari per gustare una porzione di coniglio al forno ovvero una bruschetta od ancora una sagna con fagioli.


vecchia foto di Vico nel Lazio (dal paese si vedono bei panorami sui monti Ernici)


 

HOME
°°