SGURGOLA : BORGO CIOCIARO

foto e note

Il borgo è ingiustamente un pò trascurato dai turisti, ma è in bella posizione e non è distante da Anagni. Di seguito, dopo l'introduzione fotografica, ne parliamo un pò.




strada principale del borgo e torre ottocentesca dell'orologio

 

 

altre foto -ingrandibili

torre dell'orologio, altra prospettiva

piazza dell'Arringo

vicolo del borgo

vicolo e Monti Lepini



 


la casa del giornalista e poeta ciociaro Attilio Taggi (1867-1950)

 


chiesa di San Giovanni Battista

 


panorama su Valle del Sacco ed Anagni (dal belvedere di piazza dell'Arringo)

 

Monumenti da segnalare oltre quelli ricordati con le foto: chiesa di S.Maria Assunta nel centro abitato, ruderi della chiesa di S.Nicola nei dintorni, antica chiesa di Santa Maria in Viano (costruita intorno all'anno mille) nei pressi del cimitero locale, edicola con affresco (residuo di chiesa demolita nel 1928) in piazza dell'Arringo, chiesetta di San Leonardo nei dintorni, resti medievali e romani sia nel borgo che nelle vicinanze. Dal 2005 - negli spazi dell'antica torre Mole - poi funzionante il "museo delle bandi musicali". Alcuni reperti di un sepolcro- molto antico- della zona sono infine conservati al Museo Pigorini di Roma Eur.

Note storiche su Sculca: gli insediamenti umani in zona risalgono a tempi remoti, anche se non è dato sapere quale consistenza possano avere alcune leggende e fra queste quella secondo la quale, all'epoca della nota rivolta (71 a.C. circa), si sistemarono in questo luogo diversi seguaci del gladiatore Spartaco . Tuttavia va evidenziato che non distante l'importante villa romana di Villa Magna. Il borgo in un documento del 1088 è citato come Castrum Sculcule e comunque fece parte del patrimonio della Chiesa per molto tempo. In tempi successivi fu  affidato prima alla famiglia Conti,  poi a quella dei Cateani ecc.. Da ricordare che nel settembre 1303 -nei luoghi ora identificati come la citata piazza dell'Arringo e Pietra Rea- si riunirono i congiurati di Sciarra Colonna prima del famoso episodio dello "schiaffo di Anagni" a papa Bonifacio VIII.

tutte le foto sono di Alpav 2010-dir.ris.

 

 

HOME