Fiuggi

 


ingresso delle Terme principali nella cittadina ciociara, foto alpav 2007 dir.ris.

Nella foto le terme dedicate a papa Bonifacio VIII primo illustre frequentatore delle sorgenti ciociare alla cui memoria- da poco tempo- è dedicato anche un palio cittadino. L'impianto termale fino all'inizio del novecento aveva dimensioni modeste ma alcuni personaggi locali si impegnarono nello sviluppo. Oltre a questo stabilimento sono importanti a Fiuggi anche le terme della nuova Fonte Anticolana utilizzate dal 1920 circa. Quest'ultima fonte è in genere frequentata nel pomeriggio.

Le antiche cronache riportano che, a parte Bonifacio VIII ed altri illustri personaggi, anche il grande Michelangelo si interessò alle acque di Fiuggi per la cura dei calcoli. 



 

Un forte interesse per le fonti di Fiuggi si ebbe comunque dopo alcuni approfondimenti effettuati prima dall'archiatra pontificio Andrea Baccio (XVI secolo) e poi dagli studiosi Augusto Statuti, Giuseppe Ceccacci Casale, Giovanni Lucarelli ecc.. L'interesse medico per queste fonti e le acque curative si accentuava e precisava intorno al 1960. In particolare studi aggiornati confermavano che le acque delle terme di Fiuggi sono utili per curare alcune malattie come la gotta, la calcolosi urinaria, alcuni infezioni alle vie urinarie ed infine per prevenire le possibili recidive di questi disturbi. Anche se l'acqua di Fiuggi si trova imbottigliata in molti supermercati italiani, ovviamente le utilità per la salute aumentano se l'acqua minerale viene fruita direttamente alla fonte e se il trattamento dura fra i 10 ed i 15 giorni.


Queste valutazioni, unitamente allo sviluppo economico degli anni 60 e successivi, sono stato motivo di ulteriori presenze e di un buon sviluppo turistico di Fiuggi e dintorni. Le buone disponibilità alberghiere hanno poi fatto decollare il c.d. turismo congressuale: infatti sono diversi i meeting che ogni anno si celebrano a Fiuggi ed alcuni di questi, per il loro contenuto politico, sono talora ricordati dalla stampa. Più recente è lo invece lo sviluppo significativo di diverse attività nel settore del fitness e dell'estetica. Sono infine ben funzionanti piscine, centri di fisioterapia ecc.

Comunque è il caso di ricordare che per certi versi il periodo à la page  di Fiuggi fu fra il 1905 ed il 1922 quando molti nobili e politici importanti come Giovanni Giolitti amavano trascorrere brevi soggiorni nella città ciociara. Ma erano naturalmente altri tempi e le situazioni erano molto diverse. Fiuggi ora è frequentata ben diversamente e sono pure molti coloro che amano frequentare discoteche, campi di golf e locali più aderenti alle tendenze di oggi. 


dopo il cancello dell'ingresso: i viali ed i fiori delle terme-foto alpav 2007 dir.ris.

Gli alberghi a Fiuggi sono attualmente molto numerosi e si stimano nel complesso circa 15.000 posti letto. Diverse infine sono le strutture per il relax , il tempo libero e lo sport. Come anche in passato non mancano fermenti culturali: grandi artisti dello spettacolo ed importanti orchestre sono stati un pò sempre presenti ed incontri letterari sono spesso proposti nel Cafè du Parc. Iniziative interessanti si sono succedute nel tempo: prima il Premio Fiuggi, da qualche tempo il Fiuggi Family Festival nel settore cinematografico, da alcuni anni il Fiuggi international guitar festival in occasione del quale si incontrano diversi appassionati di musica per chitarra. In alcune occasioni estive poi il Jazz Festival di Atina propone dei programmi serali a Fiuggi.


la locandina 2010 del festival della chitarra


un momento  del festival  2008(alle chitarre: Eszter Lencsés e Salvatore Zema ) foto di Francesca Ricci
In occasione della manifestazione  sono proposti anche un campus per i giovani
ed alcuni eventi collaterali. Fondatore di questo evento di Fiuggi è Roberto Fabbri

Per la lirica il luogo di riferimento è invece la vicina abbazia di Casamari dove da diversi anni vengono proposte alcune iniziative nel periodo d'agosto.

E nel contesto non va tralasciato che anche la gastronomia della zona è un fattore molto interessante. In genere i ristoranti di Fiuggi propongono volentieri i tipici piatti ciocari ( fini fini, sagne, arrosti ecc.) semplici ma ben gustosi.



 

Dal 1910 in poi diversi interventi delle amministrazioni pubbliche avevano comunque dotato la cittadina di diverse strutture e di importanti zone verdi che agevolano la presenza di turisti (e d'altra parte le zone che circondano Fiuggi sono ricche di boschi e talora di castagneti). Infatti non è solo questione d'acqua.




 

ARTE SUI BINARI : OFFICINA DELLA MEMORIA E DELL'IMMAGINE

dopo un sapiente restauro il vecchio deposito ferroviario della cessata linea Roma-Fiuggi è stato adattato, grazie alla collaborazione della pro-loco e dell'associazione "bottega della memoria", ad interessanti esposizioni d'arte. Ciò sicuramente giova ad una cittadina dove arte e cultura sono state sempre presenti. L'officina è ubicata in piazza Martiri di Nassirya a pochi passi dall'ingresso alle sorgenti di Bonifacio VIII. Nelle foto di seguito l'officina in occasione di una mostra (estate 2007) del futurista Antonio Fiore.

Al riguardo va tuttavia ricordato che già prima dell'avvio della "bottega della memoria" nelle sale di esposizione delle Fonti o delle gallerie locali sono passati importanti artisti (giusto per fare qualche esempio: Cagli, Vespignani ecc.)

le opere d'arte praticamente trovano collocazione ai lati degli antichi binari

salvo indicazioni diverse : foto Alpy 2007- dir.ris.




vecchia foto del trenino linea Roma-Fiuggi-Alatri-Frosinone
la linea funzionò dal 1917 al 1978. Per l'attivazione della stessa si attivò all'inizio 900 anche il vecchio comune
di Anticoli d'intesa con la Società Veneta per la costruzione e l'esercizio di ferrovie secondarie italiane



 ANTICOLI DI CAMPAGNA

Fino al 1911 la cittadina ciociara era denominata Anticoli di Campagna non molto diversamente da Anticoli Corrado ( cittadina del Lazio del nord, passata alla storia per le sue notevoli modelle e gli artisti che l'hanno frequentata). Il comune ebbe la denominazione attuale con riferimento alla parola antica "Frugi " che stava ad indicare un luogo ricco d'acqua e di vegetazione.

Il centro storico di Fiuggi è di impianto medievale. Secondo alcuni studiosi, prima dell'arrivo dei romani, nella zona erano insediati gli ernici che avevano formato un centro chiamato "Felcia".  La cittadina nel periodo medievale si sviluppò intorno ad un castrum. Nel periodo rinascimentale lo Stato della Chiesa affidò la zona ad Ascanio Sforza, poi a Pietro Margari ed infine ai Colonna.

Notevoli alcuni monumenti: la chiesa di S.Biagio del XII secolo (dipinti del Cavalier d'Arpino e di G.B. Speranza, un affresco del trecento),  la collegiata di S.Pietro con alcuni affreschi del settecento,  la chiesa della Madonna della Vittoria (già S.Maria delle Tre Cone) così denominata in memoria della vittoria cristiana a Lepanto ecc..Fra le curiosità è da citare il "pozzo delle Vergini" in palazzo De Medici noto in particolare per alcune leggende locali collegate alla tradizione medievale dello ius primae noctis.

Del periodo umbertino e talora in stile liberty sono diversi edifici costruiti all'epoca del primo grande sviluppo delle terme ed alla presenza di sovrani e nobili. Nei pressi di Fiuggi: il Convento dei Cappuccini, il pozzo Fracidale ecc. Sono poi poco distanti luoghi culturalmente rilevanti come Anagni, Ferentino, Alatri ed Arpino, Casamari, Certosa di Trisulti Fossanova  ecc..

 
centro storico di Fiuggi, foto archivio apt Frosinone




Fiuggi storica , foto archivio apt Frosinone

 

A poca distanza da Fiuggi è ubicato il piccolo lago di Canterno che si è creato in un bacino carsico in discreta parte riempitosi nell'ottocento. Il laghetto al massimo è profondo circa 20 metri. Intorno è stata creata un'area protetta che, considerando anche il lago, ha un'estensione di circa 1820 ettari ed interessa anche alcuni comuni limitrofi.

Infine va riferito che- da qualche tempo- diversi turisti passano le loro serate anche a Campo Catino nei pressi di Guarcino: il locale Osservatorio Astronomico, in collaborazione con gli enti locali, a luglio ed agosto propone alcune serate enogastronomiche con osservazioni video e conferenze. Insomma non mancano certamente le scelte per chi, per cure o turismo, si ferma in questa cittadina del Lazio meridionale.

 

 

 

Ciociaria: storia ed arte

turismo Lazio sud

gastronomia

alberghi a Fiuggi


 

°°°°°