luoghi storici della Ciociaria

ARCHEOLOGIA A FERENTINO

A Ferentino, in origine città degli Ernici, si possono vedere sia alcuni resti riferibili a questa antica popolazione sia diverse altre evidenze del successivo periodo romano (da notare che Ferentinum fu municipio poco dopo le guerre sociali). Oltre a quanto di seguito illustrato sono pure interessanti: alcuni tratti delle antiche mura, un interessante e suggestivo edificio probabilmente utilizzato come mercato, la porta sanguinaria, resti di terme sotto una chiesa, scavi riferibili ad una domus, diverse epigrafi ecc.. Non va comunque tralasciato che, prima del definitivo dominio romano, le antiche popolazioni si contesero molto questi luoghi.

Il famoso console romano Aulo Irzio era nativo di Ferentino. Per i curiosi il suo sepolcro fu scoperto a Roma nel 1938 nei sotterranei di Palazzo della Cancelleria a pochi passi da Campo de Fiori.

Per la parte medievale della cittadina, comunque importante, proponiamo un rinvio nella parte bassa di questa pagina.

 


evidenze dell'acropoli nel centro storico, foto Milko A.
in alcuni punti vi sono delle iscrizioni; probabilmente la costruzione che include alcuni corridoi risale al 150-120 a.C.

 


colonna dell'epoca di Traiano, foto Milko A.




Ferentino, Porta Maggiore Archivio A.P.T. Frosinone

 


monumento funebre che riporta il testamento di Aulo  Quintilio Prisco, foto Milko A.
nello specifico si tratta di un'edicola-dell'epoca di Augusto- ricavata nella roccia; appare come un ringraziamento del municipio
per l'interessamento del personaggio alla popolazione

 


ruderi del teatro romano, foto Milko A.
il fatto che tale teatro sia prossimo all'antico abitato fa ritenere che anche in epoca imperiale Ferentinum non fosse eccessivamente abitata

 




Ferentino, chiese cistercensi

 

 

HOME