Cassino -archeologia

 

Ci sono diversi elementi per ritenere che la città- denominata " Casinum " dai romani- in epoche antiche sia stata abitata da Volsci e Sanniti. Secondo alcune fonti il nome di Casinum deriva dal fatto che i sabini individuavano il luogo come "città vecchia", ma ci sono anche altre interpretazioni.

L'area occupata da questo abitato, poi municipio romano, era comunque ben estesa. Una parte era prossima al monte dove è ora ubicata la celebre abbazia di Montecassino, un'altra si estendeva più in basso.

Nella parte alta sono stati individuati i resti dell'Acropoli ed evidenze delle antiche mura e di alcuni luoghi di culto. E' pure probabile che nel punto dove ora è l'abbazia ci fossero un'ara dedicata ad Apollo (od alla divinità locale Deluentinus) ed un bosco sacro.

Nella zona pianeggiante i monumenti di epoca romana sono numerosi e fra questi vanno citati: l'Anfiteatro (probabilmente di epoca augustea), il c.d. mausoleo di Ummidia Quadratilla (un'importante matrona romana) , il Ninfeo Ponari ecc.

Sono comunque visitabili anche diversi tratti di una diramazione della via Latina che consentiva di raggiungere sia Roma che il nodo stradale di Aquino.

Molti reperti, anche dell'età del ferro e di epoca italica, sono poi visibili nelle sale del recente Museo Archeologico e nel collegato "Lapidarium".

diverticolo dell'antica via Latina- Archivio A.P.T. Frosinone

 

resti anfiteatro- Archivio A.P.T. Frosinone


 

mausoleo denominato "di Ummidia Quadratilla" -Archivio A.P.T. Frosinone

Va infine riferito che in una zona chiamata "Monticelli" i romani utilizzavano volentieri le esistenti acque termali e che proprio in quest' ambito sono stati individuati alcuni resti della villa di Marco Terenzio Varrone.


 

 

museo archeologico di Cassino

 

La rivista "studi cassinati" nella sua edizione on line segnala che durante i lavori di sistemazione e scavo dell'area del Ninfeo Ponari sono stati rinvenuti diversi reperti ed è stato individuato un terrazzamento in opere poligonale. Queste ed altre informazioni sulla zona archeologica di Cassino nel web dell'onlus CDSC



 

home